Livorno Photo Day 2020 in Fortezza Nuova Articolo di QuiLivorno.it

La Mostra resterà esposta fino al 29 febbraio  2020 con orario 15-17.30 ed avrà ingresso gratuito

Martedì 18 Febbraio 2020 — 17:23

Domenica  23 febbraio 2020, all’interno della Sala degli Archi della Fortezza Nuova, si svolgerà la 2° edizione del Livorno Photo Day, una manifestazione ad ingresso gratuito aperta a tutti gli appassionati di fotografia.
L’evento è organizzato da Silvia Tampucci, coordinatrice dei Laboratori DiCult FIAF delle province di Livorno Lucca e Pisa, Alessio Brondi e Paolo Bini, collaboratori degli stessi laboratori
La location diventerà per 1 giorno un palcoscenico dove si alterneranno eventi ed incontri che ci accompagneranno per mano nel mondo di questa arte visiva.
L’evento inizierà alle ore 10.00 e fino alle 13.00 si svolgeranno letture al tavolo di fotografia con Stefano Schirato, Fotoreporter Certified By Leica, e letture in modalità di “Face to Face circolare”, ossia una lettura alternata di 4 lettori di nove progetti presentati da altrettanti autori, condotto da Andrea Angelini, più volte finalista di Portfolio Italia e fondatore dell’Associazione “Tank Sviluppo Immagine”; Orietta Bay, vice presidente dell’Associazione Carpe Diem di Sestri Levante; Silvano Bicocchi, Benemerito della Fotografia Italiana e Direttore del Dipartimento Cultura FIAF;Saverio Langianni, consigliere nazionale FIAF e vicedirettore del dipartimento Didattica FIAF.

Il pomeriggio, a partire dalle 15.00, si avvicenderanno Orietta Baycon un talk dal titolo “Fotografia – Idee e linguaggi”, Alessandro Fruzzetti, fotografo finalista di Portfolio Italia per 4 anni consecutivi ed autore dell’Anno Fiaf Toscana nel 2019, con un “Percorso autoriale” e Marco Fantechi, Docente di Fotografia FIAF con il suo pensiero su “Tra documentazione e interpretazione, la fotografia al tempo dei social”.

A seguire Silvano Bicocchi incontrerà i coordinatori dei Laboratori del Dipartimento Cultura FIAF presentando le attività svolte nel 2019 e introducendo il nuovo tema che sarà anche il Progetto Nazionale del 2020/2021.

Alle 17.30 verrà dato un riconoscimento al migliore lavoro tra quelli presentati durante la mattina di letture e sarà inaugurata la Mostra Fotografica collettiva “L’effimero e l’eterno” a cura deiLaboratori FIAF delle province di Livorno Lucca e Pisa (coordinatore Silvia Tampucci), Prato e Pistoia (coordinatore Saverio Langianni), Colorno (PR) (Coordinatore  Gigi Montali), Perugia (Coordinatore Nadia Cianelli e Vinicio Drappo), San Felice sul Panaro (MO) (Coordinatore Luca Monelli), Forlì (Coordinatore  Andrea Angelini).

La Mostra resterà esposta fino al 29 febbraio  2020 con orario 15-17.30 ed avrà ingresso gratuito.

https://www.quilivorno.it/eventi/livorno-photo-day-in-fortezza-nuova/

Laboratorio Tematico “Il silenzio”

2016- in questo anno è iniziata “l’avventura” dei laboratori Tematici del Dipartimento Cultura FIAF nelle Province di Livorno, Pisa e Lucca.

Il laboratorio ha seguito le seguenti fasi:

– comunicazione via email dell’iniziativa a tutti i circoli FIAF delle province di Livorno, Lucca e Pisa;

– contatto con i delegati provinciali per poter organizzare incontri nelle tre province così da presentare il tema e lo svolgimento del laboratorio;

– incontri conoscitivi nelle province;

– incontri mensili con gli autori che hanno aderito al laboratorio, fornendo contributi di approfondimento ed incentivando gli autori a portare materiale che abbia connessioni con il tema proposto.

– visione dei progetti terminati;

Da Novembre 2016 a gennaio 2017  tutti i progetti sono stati esposti nell’ambito del festival fotografico 7° ColornoPhotoLife 2016 ed all’interno delle mostre locali organizzate nelle tre Province così da poter condividere l’esperienza svolta.

Inizio delle mostre organizzate dal laboratorio con i lavori dei partecipanti inerenti il tema del Silenzio

Articolo su Qui Livorno del 20 feb 2018

Foto d’autore al “Capolinea”. Ecco chi espone: i nomi

Un’esposizione frutto del laboratorio tematico promosso dal Laboratorio LAB Di Cult 007 FIAF

Martedì 20 Febbraio 2018 — 12:41

Il capolinea non è solo un punto di arrivo, ma anche un momento di riflessione per poi ripartire. “Capolinea” è anche il titolo della nuova esposizione che sarà ospitata da sabato 24 febbraio negli spazi di Palazzo Orlando (via G. D’Alesio 6). La mostra ha il patrocinio del Comune di Livorno è ad ingresso gratuito e sarà visitabile fino al 10 marzo dalle ore 16.30 alle 19.

In un percorso di immagini, sarà rivisitato il concetto del capolinea con le opere fotografiche frutto del laboratorio tematico promosso dal Dipartimento Cultura FIAF (Di Cult): il percorso collettivo si è svolto da febbraio a settembre del 2017 con proiezioni video, incontri e festival fotografici che hanno visto coinvolti alcuni degli autori aderenti al laboratorio che ha coinvolto i circoli delle province di Livorno, Lucca e Pisa.

Il coordinamento del laboratorio tematico è stato svolto da Silvia Tampucci insieme a Alessio Brondi e Paolo Bini (nella foto in pagina). Silvano Bicocchi è direttore del Dipartimento di Cultura FIAF.

Espongono:

ANTONELLA ABATE

TOMMASO MARCHIORO

EMIRO ALBIANI

KATIA CIRRINCIONE

GIANLUCA MARTINUCCI

GAETANO ARITI

SILVIO DA S. MARTINO

LAURA MENESINI

ELENA BACCHI

FEDERICO DELL’AGNELLO

PAOLO MONTECHIARO

DONATELLA BARBATO

SAMUELE DI PIRAMO

ENRICA MONTELLA

ROBERTO BARONI

DANIELA FONTANA

RAFFAELLA ORLANDI

MARIO BELLAGOTTI

FEDERICO FRANCO

MIRIANO PAOLUCCI

MORENA BELLINI

DANIELA FREDIANI

COLOMBO PARDINI

VINCENZO BIANCO

ALESSANDRO FRUZZETTI

ROBERTO PETROCCHI

PAOLO BINI

MARICLA GALGANI

GIACOMO PUCCI

MAURO BONI

MARCO GALLI

DANIELE SAGGINI

VIVIANO BORELLI

ANTONELLA GAMBERUCCI

GIOVANNI SARROCCO

ALESSIO BRONDI

MARIA CRISTINA GERMANI

SIMONA SIMONCINI

FLAVIO BUZZINI

CRISTINA GHELARDI

RAFFAELLO SPANO’

ASSUNTA CACCIOTTOLO

CRISTINA GUERRIERI

LICIA STEFANI

MORENO CALONI

PIETRO GUIDUGLI

SILVIA TAMPUCCI

GIANLUCA CASELLI

ELISA HEUSCH

FABRIZIO VENTURELLI

BARBARA CERRI

DENISE LOMBARDI

POLINA ZLOTNIK

GIANCARLO CERRI

VITO LO PICCOLO

ENRICO CHIAVACCI

MASSIMILIANO MAMMINI